Un orto tutto per te

Un orto tutto per te

|
Vita in Campagna

Tra le prime cose da fare per avviare la coltivazione di un orto,
vanno considerati il clima e la possibilità di irrigare; dovete pure dotarvi dell’adatta attrezzatura

Prima di iniziare la coltivazione un orto è utile sapere quali sono le piante più comunemente coltivate negli orti vicini a dove operate, per non rischiare di scegliere specie inadatte al luogo e al clima; poi andranno valutate le possibilità che vi sono di irrigare: se sono limitate dovrete contenere la superficie, specialmente se vorrete ottenere gli ortaggi anche durante la stagione calda.
L’attrezzatura minima di cui dovrete dotarvi può essere la seguente:
• una vanga del tipo più adatto al proprio tipo di terreno (se leggero a lama quadrata, se pesante a lama appuntita);
• un forcone per smuovere a fondo il terreno;
due zappe, una abbastanza pesante per rompere le zolle più grosse e una più piccola per lavorare il terreno in superficie;
due rastrelli di differenti dimensioni per rifinire in superficie il suolo e interrare le sementi;
forbici da potatura;
• un coltellino a lama corta;
• un coltello a lama lunga (per le raccolte);
• un trapiantatoio;
• una palettina;
• un piantabulbi;
• un innaffiatoio dotato di doccia a piccoli fori;
• una motozappa per facilitare la lavorazione del terreno;
• un irroratore a mano o a motore;
• altra attrezzatura generica (martello, tenaglie, pinze, scure, sega ecc.).

Motozappa