Un impianto di irrigazione per il tuo prato?

Un impianto di irrigazione per il tuo prato?

|
Vita in Campagna

ECCO COME FARE IL PROGETTO IN 10 PASSAGGI

  1. la prima cosa che devi fare è un progetto, disegnando la pianta del giardino;
  2. su questa riporta le zone a prato che saranno interessate dall’irrigazione, inserendo gli elementi che possono influire sul posizionamento degli irrigatori quindi alberi, cespugli, aree fiorite, passaggi pedonali e carrabili, pozzetti, lampade ecc.  rilevando le misure dei lati con una cordella metrica. prato29
  3. il disegno va fatto in scala 1:100 (1 centimetro = 1 metro) o 1: 200 (1 centimetro = 2 metri);
  4. sul disegno segna il punto di presa d’acqua.
  5. suddividi il prato in zone regolari, possibilmente rettangolari e al loro interno posiziona gli irrigatori più adatti in funzione della larghezza della zona da irrigare;
  6. riporta sulla pianta del giardino le larghezze delle superfici da irrigare;
  7. traccia con un compasso i raggi degli irrigatori partendo dai punti di angolo.
  8. fra due irrigatori d’angolo, in base al raggio di azione così ottenuto, inserisci altri irrigatori: meglio un irrigatore in più che uno in meno. L’operazione va ripetuta su tutti i lati.
  9. per zone molto ampie inserisci delle linee intermedie distanziate 10-12 metri, distanza pari al raggio ottimale degli irrigatori da ¾ di pollice.
  10. evita di posizionare irrigatori dietro una pianta o dietro cespugli, mettendoli invece un poco discosti. Se c’è una siepe perimetrale, posiziona l’irrigatore a qualche centimetro dal suo limite.

prato29 2