Trapiantare piantine formate: 5 motivi per farlo

Trapiantare piantine formate: 5 motivi per farlo

|
Orto da Coltivare

Per iniziare a coltivare un orto si può decidere di mettere direttamente i semi nella terra, oppure trapiantare piantine già formate, che possono essere comprate o fatte nascere in semenzaio.  La tecnica del trapianto delle piantine offre alcuni vantaggi, che andiamo ad elencare qui di seguito.

  • Risparmio di spazio nell’orto. A volte capita che qualche seme non germini, se si semina direttamente in questo caso restano dei buchi tra le file, mentre trapiantando si usa tutto lo spazio in modo efficiente.
  • Ottimizzazione del ciclo colturale. Mettendo in campo la pianta già formata ogni coltivazione impegna l’orto per meno tempo, visto che il primo mese di vita avviene in semenzaio e quindi non ingombra le aiuole. Questo permette di coltivare più volte lo stesso appezzamento, aumentando il raccolto complessivo dell’orto.
  • Meno erbe infestanti. Le piantine già formate competono meglio con le erbe spontanee, essendo più alte, per cui grazie alla tecnica del trapianto si riduce il lavoro di sarchiatura.
  • Possibilità di anticipare la semina. Se la semina avviene in semenzaio riscaldato si può cominciare prima a seminare, allungando il periodo di coltivazione e quindi di raccolto. Ad esempio non è pensabile al nord Italia una semina del peperoncino a marzo/aprile nell’orto, ma con un semenzaio e un successivo trapianto questo si può fare.
  • Possibilità di pacciamatura a telo. Se volete usare il telo pacciamante, molto comodo per evitare le erbacce, è molto meglio trapiantare. La gestione della semina diretta non è semplice perché il telo toglie luce al germoglio.

 

Se prendete le piantine in vivaio il trapianto ha lo svantaggio di comportare un costo maggiore, visto che l’acquisto dei semi è molto più conveniente rispetto a quello delle piante. Tuttavia si può anche decidere di far nascere le proprie piante da seme in un semenzaio, mettendo terriccio e semini in vasetti, per poi trapiantare in seguito.

 

Non tutti gli ortaggi si possono trapiantare: ortaggi da radice come rapanelli e carote mal sopportano la nascita in vasetto e se vengono trapiantati formano verdure piccole o deformi.