Sfruttiamo i molti pregi del compost

Sfruttiamo i molti pregi del compost

|
Vita in Campagna

Chi coltiva l’orto non deve per forza gettar via i residui del suo lavoro, ma li può utilizzare come materiale di partenza per produrre un buon compost. Tutto questo per chi si dedica alla cura del verde significa poter ridurre il volume dei rifiuti da smaltire, ma anche risparmiare denaro poiché, tra le altre cose, il compost è un ottimo fertilizzante da usare al posto dei concimi in vendita.

Il tutto con vantaggio enorme sul piano ambientale, sia perché il compost è un concime completamente naturale, sia perché la sua produzione permette il riciclo di voluminosi scarti organici, che così non finiscono in discarica; anzi, attraverso questa strada, tornano in natura.

Ma vi è un altro aspetto importante: produrre da sé il compost significa provare la gioia di concimare i propri ortaggi con un materiale di cui si conosce la provenienza e di cui si è artefici, partendo dagli scarti della propria attività di cura del verde e anche dalla cucina. Se poi gli scarti sono troppo grossolani, per ridurli in piccoli pezzi potete avvalervi di un buon «biotrituratore» (vedi anche FRUTTETO).

le fasi del compostaggio