Perchè Potare?

Vi siete mai chiesti perchè gli alberi debbano essere potati? Chi mai li ha potati nei milioni di anni prima che l’uomo comparisse sulla faccia della terra? E da quando l’uomo è diventato coltivatore, perchè ha iniziato a tagliarli ? Cosa ha spinto l’uomo ad “allevare” a suo piacimento un albero? Quali valutazioni ha fatto? Senza voler scomodare i nostri progenitori, possiamo affermare per certo che se non sappiamo bene il motivo per cui dobbiamo potare un albero sicuramente faremo un danno alla pianta. Chi sarebbe così matto da sottoporsi ad un’operazione chirurgica senza conoscere il perchè dell’intervento? Vorremmo invece avere contezza dei motivi, dei rischi, di tutte le fasi dell’operazione e possibilmente dei risultati attesi. E per questo ci affideremmo a dei chirurghi di chiara fama, non di certo al primo venuto. Stessa cosa tenderemmo a fare per i nostri amici animali. Per i nostri alberi, invece, che hanno impiegato magari secoli per crescere, pensiamo che basti qualcuno che sa usare una motosega. Non importa neppure che chi chiamiamo sappia il nome scientifico dell’albero, l’importante è “che faccia un bel lavoro”.

Ma spesso non abbiamo assolutamente chiaro il motivo, non ci importa neppure capire bene il perchè occorra potare il nostro albero. “Venga, l’albero deve essere potato”. Come se andassimo dal chirurgo di prima e gli dicessimo ” Egregio Lei deve assolutamente operarmi” “Ma per quale motivo?””Ma che domande… per stare meglio. Ovvio! Mi tolga un pò di milza, tre dita, un occhio e una gamba, che tanto sono in più e non mi servono, sicuramente dopo sarò più bello e più in forma” Assolutamente assurdo se riferito ad un essere umano. Eppure questo è ciò che facciamo sugli alberi.

Nella nostra mente l’albero deve essere potato. “Si è sempre fatto così” e poi ancora “E’ troppo alto, e’ pericoloso, e’ ammalato, sporca”.

Io invece oserei dire che nessun albero è mai caduto perchè troppo alto. Forse non aveva potuto sviluppare abbastanza radici, forse non aveva potuto produrre legno di buona qualità, forse si era ammalato, o forse il vento che l’ha colpito era al di sopra della norma (magari perchè abbiamo costruito da poco un edificio nelle vicinanze e la direzione dei venti dominanti si è modificata). Ma nessun albero è caduto perchè troppo alto.

Davvero voi pensate che in milioni di anni l’evoluzione abbia prodotto organismi come gli alberi, in grado di crescere anche più di 100 metri, solo per farli cadere? “Ma mi facci il piacere, mi facci!”

La natura è assolutamente precisa. Quindi. Non fa crescere “troppo” un albero. Può invece accadere che lo facciamo crescere troppo noi con errate concimazioni, o dopo averlo piantato in un luogo senza possibilità di ancoraggio radicale, allevandolo “filato” in vivaio, sottoponendolo a interventi che lo fanno ammalare, o modificando drasticamente e repentinamente le condizioni dell’ambiente in cui lo obblighiamo a vivere. Siamo noi che sbagliamo. Praticamente sempre. E il più delle volte perchè non ci chiediamo neppure il motivo per cui occorre eseguire un intervento.

Esistono potature di allevamento, di ricostruzione, di alleggerimento, di produzione, di contenimento, di rimonda, potature curative e potature estetiche. Perchè vogliamo potare il nostro albero? Se non lo sappiamo con precisione faremo dei danni. E solo sapendolo con precisione potremmo capire come, quando, quanto potare. E quindi anche chi chiamare a fare il lavoro.

SuPerAlberi

Il nostro mestiere è curare gli alberi, il nostro sogno è salvare il mondo SuPerAlberi è la prima azienda al mondo che lavora sugli alberi in maniera EcoSostenibile, EcoLogica e EcoSolidale. L’approccio è quindi totalmente innovativo: metodologie di avvicinamento al mondo arboreo ecocompatibili e rispettose dell’ambiente si coniugano con le più elevate professionalità e conoscenze […]

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati