Macerato di ortica: insetticidi autoprodotti

Macerato di ortica: insetticidi autoprodotti

|
Orto da Coltivare

Per liberarsi dagli insetti sgraditi e difendere le piante dell’orto non servono necessariamente costosi prodotti chimici. Ci sono in natura sostanze che hanno azione insetticida naturale e possono essere usate con successo per tener lontani i parassiti dalle nostre coltivazioni.

Il macerato di ortica ad esempio è un insetticida naturale utilissimo e può essere autoprodotto senza costi in modo molto semplice, essendo al 100% naturale si tratta di un trattamento compatibile con la coltura biologica.

Preparare il macerato di ortica

Il macerato di ortica si prepara lasciando a mollo parti di pianta per qualche giorno. Procuriamoci un chilo di pianta ogni 10 litri di acqua: si può utilizzare l’intera parte aerea (fusto e fogli) ma non le radici.  L’ortica è una pianta comune, si trova spontanea in terreni abbastana umidi. Le piante appena raccolte vanno immerse nell’acqua, idealmente piovana. Se si sceglie di usare acqua del rubinetto si deve lasciare a decantare qualche ora perché perda il cloro contenuto. Il recipiente dove macerare può essere un otre in terra cotta o un bidone di plastica.

Il preparato deve essere lasciato per 6/7 giorni durante i quali svilupperà una certa puzza, ragion per cui il contenitore è meglio che sia tenuto lontano dalle abitazioni. Passato questo tempo abbiamo l’insetticida pronto all’uso.

Utilizzo del macerato di ortica

Questo insetticida sfrutta l’azione dell’acido formico che è la sostanza che rende urticante la pianta, di ortica, tramite la macerazione si produce un liquido che infastidisce molti parassiti. L’insetticida è a largo spettro: si può usare praticamente contro tutti i parassiti dell’orto. Bisogna tener conto che in genere gli insetti di maggiori dimensioni resistono meglio e il preparato di ortica è utile più a scacciarli che a sterminarli. Efficacissimo invece contro i parassiti più piccoli come acari, cocciniglia e afidi. Gli insetti pronubi non vengono in genere uccisi dal macerato ma ne sono infastiditi, per questo meglio limitare l’uso durante i periodi di fioritura.

Una volta pronto il macerato si può utilizzare spruzzandolo sulle piante da orto, dopo averlo diluito in acqua con rapporto di uno a dieci. Si consiglia di aspettare 4/5 giorni prima di mangiare la verdura perché l’acido formico venga riassorbito nell’ambiente. Il macerato di ortica comunque non ha un impatto negativo a livello ecologico, al contrario della gran parte degli insetticidi tradizionali.