macerato di aglio Credits fotografia

Macerato di aglio contro afidi e batteri

Coltivare con metodi naturali significa saper trovare in natura le risorse utili a difendere orto e frutteto. Ci sono specie vegetali che hanno importanti proprietà e che possono rivelarsi preziose per tener lontani parassiti e malattie dalle nostre coltivazioni, imparando a conoscerle si può ridurre o eliminare l’uso di pesticidi tossici.

Una delle piante più efficaci per combattere le avversità agricole è l’aglio, che ha un’essenza sgradita a molti insetti, oltre a contenere allicina, sostanza antibiotica naturale che per caratteristiche ricorda lo zolfo. Nell’orto l’aglio ha la funzione di allontanare i parassiti e di fare da “disinfettante”: in particolare con un’azione antibatterica.

Si può usare la pianta di aglio come consociazione utile, piantandola in mezzo alle altre coltivazioni, ma perché sia veramente efficace meglio estrarre le sostanze utili facendone un macerato da spruzzare. Il procedimento di macerazione è semplice e veloce, si ottiene con un costo prossimo allo zero un buon rimedio biologico.

Preparare il macerato di aglio

Non è difficile ottenere il macerato di aglio: basta schiacciare 10 grammi di spicchi d’aglio ogni litro d’acqua e lasciarli a mollo per un giorno interno o due. Siccome poi il liquido andrà spruzzato in buona quantità conviene produrne almeno 10 litri e deve essere filtrato prima dell’uso.

Le uniche accortezze da avere sono l’utilizzo di acqua possibilmente piovana e di un recipiente inerte. Se si usa acqua del rubinetto lasciare qualche ora a decantare perché si volatilizzi un eventuale presenza di cloro. La scelta di un recipiente adatto deve privilegiare la terracotta, in alternativa un bidone di plastica.

Il macerato d’aglio non è inquinante e non fa nulla all’uomo e agli animali, per cui si potrà utilizzare senza troppe preoccupazioni. Vi accorgerete però della sola controindicazione di questo preparato: l’odore. Sia durante la macerazione prolungata che quando verrà spruzzato il nostro macerato diffonderà  il suo olezzo: ma d’altronde meglio un po’ di sana puzza rispetto agli effetti tossici dei pesticidi in commercio.

Utilizzo del macerato di aglio

L’aglio ha efficacia triplice: si può usare come repellente per alcuni parassiti, è utile nel contrastare diverse malattie funginee ed è positivo anche per prevenire le infezioni batteriche.

La sua azione insetticida è rivolta in particolare verso gli insetti di piccole dimensioni: si può utilizzare contro gli afidi, gli acari e il ragnetto rosso. Più che uccidendo agisce tenendo i parassiti lontani dalle piante, perché il suo odore risulta sgradito. Per potenziarne l’azione si può aggiungere al macerato del peperoncino essiccato triturato, che con il suo contenuto di capsaicina raddoppia l’effetto di repulsione.

Nella prevenzione delle batteriosi e dei funghi, come oidio e peronospora, l’aglio risulta utile per il suo contenuto di allicina, che è un potente antibiotico naturale.

Fare trattamenti con l’aglio

Per usare il macerato d’aglio bisogna spruzzarlo senza diluizione direttamente sulle piante dell’orto o del frutteto. Conviene fare cicli da due o tre trattamenti, ripetuti a distanza di una settimana. Bisogna tener conto che eventuali piogge hanno l’effetto di lavar via l’essenza d’aglio e quindi annullarne l’efficacia.

Orto da Coltivare

Orto da Coltivare è il blog di Matteo Cereda dedicato alla coltivazione biologica. Sul sito potete trovare le schede di coltivazione dei principali ortaggi, il calendario delle semine e tanti consigli sull’orticoltura naturale. Lo scopo è quello di dare a chiunque gli elementi base per potersi auto produrre verdure sane, sostituendo pesticidi ed erbicidi con […]

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati