I lavori nel frutteto per il mese di aprile

CONCIMAZIONE DEL FRUTTETO

Occorre provvedere alla concimazione, se non lo avete già fatto. In questo periodo, infatti, i fruttiferi hanno bisogno di elementi nutritivi in quantità.
Eseguite concimazioni leggere e ripetute. In alternativa, somministrate un prodotto a lenta cessione.
Molto utile è la concimazione organica con letame, torba, terriccio o humus di lombrico, che arricchiscono il terreno e ne migliorano le caratteristiche.

PROBLEMI PRIMAVERILI E SOLUZIONI

Su melo e pero, attenzione alla ticchiolatura. Gli interventi anticrittogamici devono svolgersi entro 24-36 ore dopo una pioggia, ma se la pianta è in fioritura è meglio aspettare. Scegliete prodotti ammessi in agricoltura biologica. Dopo la fioritura serve il primo trattamento contro l’oidio.
Pesco, albicocco, prugno e ciliegio sono sensibili alle infezioni fungine di monilia, soprattutto con clima umido. I sintomi: afflosciamento dei rametti e imbrunimento di fiori.
È importante la prevenzione primaverile: eliminate subito i rami colpiti e mantenete la chioma arieggiata eliminando i rami giovani troppo fitti. Ricordate di disinfettare le forbici da potatura tra un intervento e l’altro.

DA FARE NEL FRUTTETO

• Fate gli innesti: a corona nei meli e nei peri, a spacco nelle viti, a gemma vegetante nei peschi.

• Piantate gli alberi da frutto allevati per due anni in contenitore.

• Difendete le fragole dalle lumache distribuendo cordoni di cenere intorno alle piante.

• Concimate gli agrumi utilizzando prodotti specifici.

• Mettete a dimora gli alchechengi e, a fine mese, l’actinidia.

Giardinaggio

Dalla carta al web Giardinaggio è la prima piattaforma multimediale dedicata al mondo del giardinaggio e dell’orto in Italia; indispensabile per chi ama il verde fai-da-te, con approfondimenti, itinerari tematici, progettazioni di giardini e sopratutto tanti consigli pratici dai più grandi protagonisti del settore.

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati