La semina del prato a settembre

Settembre è in genere il mese più favorevole per la semina del tappeto erboso, poiché le giovani piantine del prato nascendo non trovano la concorrenza del pabio, come invece succederebbe con la semina in primavera.

1. Sul terreno lavorato in profondità nel mese di agosto distribuite (a spaglio, come nel disegno, o con gli appositi spandiconcime) un concime granulare con NPK tipo 11-22-16 alla dose di 4 kg per 100 metri quadrati.

2. Interrate il concime a circa 10 cm di profondità intervenendo meccanicamente mediante fresatura (come nel disegno) oppure utilizzando un forcone pesante.

3. Spianate bene il terreno ed eliminate sassi, pezzi di radici, ecc. con accurate e ripetute rastrellature leggere nelle varie direzioni, in modo da creare un perfetto «letto di semina» ben sminuzzato.

4. A questo punto potete seminare, sempre che il terreno non sia troppo umido. Spargete il seme con le apposite macchinette (come nel disegno) o anche manualmente, a spaglio, cercando di ottenere la massima uniformità con distribuzioni incrociate. Subito dopo la semina ricoprite leggermente i semi manovrando con delicatezza un rastrello leggero ed eliminate gli ultimi materiali grossolani rimasti in superficie.

5. Effettuate quindi un passaggio con un rullo leggero per far aderire bene i semi al terreno stesso. Se non piove, irrigate al fine di tenere umido il terreno. Due settimane dopo la germinazione distribuite (a spaglio o con gli appositi spandiconcime) un concime granulare con NPK tipo 12-6-18 alla dose di 4 kg per 100 metri quadrati. Procedete a una seconda rullatura quando l’erba avrà raggiunto l’altezza di circa 5 cm, a terreno e vegetazione bene asciutti.

La prima rasatura si effettua quando l’erba ha raggiunto l’altezza di 5 cm, riducendola a 4 cm circa. Nelle zone a clima ancora caldo, a distanza di 4-5 giorni dalla prima, l’altezza va ridotta a 3 cm circa con una seconda rasatura. Al Nord, dove la stagione volge ormai al termine, non si devono invece effettuare tagli eccessivamente bassi, al fine di evitare danni da freddo.

Vita in Campagna

Da oltre 30 anni Vita in Campagna è l’amico “esperto” che ti offre, mese dopo mese, tutti i consigli e le indicazioni per la coltivazione e la cura del tuo spazio verde, piccolo o grande che sia. Orto, frutteto, vigneto, giardino, piccoli allevamenti, piccola meccanizzazione, tutela dell’ambiente, salute e alimentazione naturale, casa di campagna. Ecco […]

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati