Il taglio «mulching» per il tappeto erboso

Il taglio «mulching» per il tappeto erboso

|
Vita in Campagna

Nella manutenzione di un tappeto erboso si può procedere alla raccolta e allo smaltimento dell’erba tagliata oppure lasciare i residui d’erba sul prato durante il taglio: in quest’ultimo caso si parla di «mulching» o «grasscycling» (letteralmente «riciclaggio dell’erba»).

Il «mulching» è dunque una tecnica di taglio del tappeto erboso che prevede il rilascio sul prato dell’erba tagliata dopo che questa ha subìto un’intensa triturazione da parte di uno speciale rasaerba. Questa tecnica sta prendendo sempre più piede in quanto porta con sé molti vantaggi, tra cui il risparmio di tempo e di denaro, oltre a favorire lo sviluppo di un apparato radicale più profondo e sano che aumenta la resistenza del prato nei confronti delle malattie e della siccità.

Nei rasaerba predisposti per il taglio «mulching», una lama rotativa imprime al prodotto tagliato una spinta verso l’alto; all’interno del piatto che racchiude la lama l’erba viene tagliata più volte, fino a essere ridotta in particelle finissime, e infine distribuita sul manto erboso dove penetra e si decompone rapidamente senza creare ammassi in superficie.

prato

Rasaerba con conducente al seguito, predisposto per il taglio «mulching», con rilascio dell’erba tagliata sul prato

Nel taglio «mulching» la rotazione della lama imprime all’erba tagliata una spinta verso l’alto; all’interno del carter la stessa erba viene poi tagliata più volte, fino a essere ridotta in pezzetti.
Nel particolare. L’erba tagliata, ridotta in minuscole particelle, si deposita sul terreno e si trasforma in un ottimo fertilizzante.