Fico e kaki

Fico, kaki e compagni

Nel Centro-nord la primavera è l’epoca più adatta per porre a dimora piante di fico, kaki, nespolo del Giappone e noce, trattandosi di specie che, da giovani, sono più sensibili al freddo.

Se per caso avete già un fico in produzione, verso la fine di aprile procedete alla sua potatura, diradando i rami alti, se troppi, specialmente nelle piante con portamento assurgente. Questo renderà la raccolta più facile, tenendo conto che arrampicarsi su un fico è più pericoloso che farlo su altri alberi.

Quanto al kaki (vedi foto sotto), se lasciato crescere liberamente, assume la forma globosa, ma se la crescita dei rami nella pianta giovane non è guidata, c’è il rischio che si formino angoli di inserzione stretti con la conseguenza della scosciatura delle branche quando caricate del peso dei frutti.

 

frutteto18

La potatura del kaki va ritardata il più possibile per intervenire quando le gemme sono ben gonfie, in modo da avere maggiori probabilità di sfuggire eventuali ritorni di freddo, essendo il kaki molto sensibile alle gelate primaverili. 

 

Vita in Campagna

Da oltre 30 anni Vita in Campagna è l’amico “esperto” che ti offre, mese dopo mese, tutti i consigli e le indicazioni per la coltivazione e la cura del tuo spazio verde, piccolo o grande che sia. Orto, frutteto, vigneto, giardino, piccoli allevamenti, piccola meccanizzazione, tutela dell’ambiente, salute e alimentazione naturale, casa di campagna. Ecco […]

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati