Enciclopedia delle piante: il Mandorlo

Enciclopedia delle piante: il Mandorlo

|
Andreas STIHL S.p.A.

Il mandorlo è un piccolo albero deciduo che produce fiori ornamentali e frutti molto apprezzati.

Impiego

Aperta campagna, campi, parchi, aree urbane, in vaso, verde privato, giardini di e davanti ad abitazioni, pianta coltivata

Habitat

Zone mediterranee, Africa del Nord, Turchia, Asia Anteriore, Asia Occidentale

Esposizione

da pienamente soleggiata a soleggiata: Struttura del terreno: normale. Contenuto di humus: medio. Valore del pH: da debolmente acido ad alcalino. Contenuto di sostanze nutritive: da normale ad elevato.

Esigenze

Non tollera ristagno di acqua.

Resistenza al gelo

bis -15 C°

Altezza: da 5 a 8 m. Larghezza: da 4 a 6 m. Albero di forma conica, con ampia chioma eretta o ricadente, spesso con più fusti.

Foglie

Foglie verde chiaro, lanceolate o ovali, lunghe da 10 a 12 cm, con dentellatura senza punta.

Germogli

Fiorisce da febbraio ad aprile, producendo bellissimi fiori di colore bianco splendente o rosa, di solito appaiati. I fiori compaiono prima delle foglie.

Frutti

Drupa ovoidale allungata, con buccia grigia coriacea. Il guscio ha margine spesso. Le mandorle dolci sono coperte da una pellicola color cannella. Le mandorle amare contengono arsenico e non si possono consumare crude.

Rinde

La corteccia è nerastra, con profonde fessure e placche quadrangolari. La qualità selvatica è spinosa.