Consiglio di giardinaggio: fare giardinaggio con i bambini

Consiglio di giardinaggio: fare giardinaggio con i bambini

|
Andreas STIHL S.p.A.

Fare giardinaggio con i bambini – giardini e verdure per bambini

I bambini hanno bisogno di un giardino: per raccogliere verdura e frutta fresca, per scatenarsi e correre nel verde, per nascondere e poi trovare tesori, per scoprire insetti, altri animali e comunque sempre qualcosa di nuovo, per sguazzare nell’acqua e nella neve, per divertirsi con la sabbia o per giocare a scavare buchi fino al centro della Terra. Questo vale per i veri e propri “giardini d’infanzia”, ovvero i giardini degli asili, ma anche per i giardini di qualsiasi tipo di scuola e per il giardino dell’abitazione privata. A seconda della loro età i bambini sfruttano il giardino in modo diverso. Non importa se grande o piccolo: in un giardino biologico, dove si devono fare lavori sempre diversi, sono i bambini stessi a trovare sempre qualcosa di nuovo da fare. Se i genitori si dedicano con piacere al giardinaggio e i bambini vedono che il giardino li ricompensa con un ricco raccolto, di solito loro stessi iniziano presto a imitare i genitori e vogliono piantare una propria aiuola con verdure.

Nel proprio giardino i bambini non hanno invece affatto bisogno di aree attrezzate in modo preciso dove si può giocare in un solo modo predeterminato, come accade in molti giardini. Proprio in questo caso vale il motto: tanto meno tanto meglio. Infatti per i bambini il giardino è uno spazio particolare dove possono vivere e sperimentare solo se questo si modifica continuamente e può crescere con loro, se non è mai finito ed è invece un luogo dove c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire, da costruire da sé o da aggiungere. Ad es. la casa sull’albero che si può ingrandire, o il posto per giocare con la sabbia dove poter costruire anche un castello fatto di rami. A questo scopo servono fondamentalmente sabbia, acqua e comunque materiali semplici (rami, assi ecc.).

Tuttavia, oltre allo sfogo creativo ludico e artigianale, in giardino i bambini possono anche imparare molte altre cose che saranno loro utili nella vita. Le piante sono delicate e fragili, hanno bisogno di cure e ci ricompensano con frutti buonissimi. Questo è uno degli insegnamenti principali del giardinaggio con i bambini: la verdura si può consumare fresca e per mangiarla non c’è bisogno del codice a barre o dell’etichetta con il prezzo. Nell’orto dei bambini c’è sempre qualcosa da raccogliere: si preferisce tutto ciò che può essere mangiato subito, sia di verdura che di frutta. I gusti più amati dai bambini sono il dolce e l’aspro. E’ interessante notare come ci siano verdure che i bambini mangiano volentieri crude, ma rifiutano se cotte, come ad es. i peperoni e le carote. Ovviamente ciò non vale per tutti i bambini, ma è comunque importante differenziare i tipi di verdura per loro. Infatti “verdura” è solo un nome collettivo. Così può succedere che un bambino dica che non mangerebbe mai verdura proprio mentre sta addentando con foga una carota.

Ma dalla verdura torniamo al giardino: una volta mi è stato chiesto quali siano le attività in giardino particolarmente “adatte” ai bambini. Penso che ci si debba piuttosto chiedere quali attività nel giardino biologico non siano indicate per loro. In realtà pochissime. E in giardino non si tratta certo di occupare i bambini con qualche lavoro o di offrire loro un apposito programma. Le uniche attività che è meglio svolgere senza la presenza dei bambini sono quelle che richiedono l’impiego di attrezzi pericolosi, ad es. quando si falcia l’erba con un rasaerba o un decespugliatore o quando si utilizza un biotrituratore.

Le piante amate dai bambini
Le verdure e i frutti preferiti – crudi

Lapazio, romice scudato, melothria (piccolo cetriolo), cetriolo, peperone (dolce o leggermente piccante), pomodorini, acetosa, piselli dolci, mais dolce piccolo, fragole, lamponi, more, alchechengio peruviano, uva giapponese, goji o lycium barbarum (ma non le qualità amare), olivello spinoso (ma non le qualità aspre), decaisnea fargesii (sa di liquirizia), fico, cinorroidi di rosa canina (completamente maturi, dopo le prime gelate)

Le verdure preferite – cotte

Patate, barbabietole, zucchine, fagioli, cavolfiore, broccoli, mais dolce maturo, fagiolini

Erbe amate dai bambini – tritate fini sul pane come spuntino

Erba cipollina, aglio cinese, prezzemolo, basilico, lapazio

In un giardino biologico, dove bisogna fare in continuazione lavori diversi, di solito anche i bambini    trovano sempre da sé qualcosa da fare.

Le verdure si possono consumare appena colte, per mangiarle non c’è bisogno né di un codice a barre, né di un’etichetta con il prezzo.