Consigli STIHL per il giardino: falciatura del prato

Tosasiepi, decespugliatore, motosega o tosaerba: ogni apparecchio STIHL e VIKING è il risultato dell’esperienza pluridecennale nella progettazione e nell’applicazione di attrezzi a motore per lavori forestali e giardinaggio.

I nostri attrezzi per il giardinaggio sono studiati ad hoc per le varie applicazioni. Vogliamo mettere il nostro know-how a vostra disposizione, per permettervi di affrontare in tutta tranquillità i più svariati lavori intorno a casa o in giardino. Nella nostra serie di articoli “Consigli STIHL per il giardino” abbiamo raccolto diversi suggerimenti e trucchetti utili.

In questo articolo spieghiamo come ottenere un bel prato verde e la frequenza di falciatura ottimale per mantenerlo in buona salute.

I consigli dei nostri esperti per la cura del prato

  • Nutrimento per il prato: se la superficie a prato soffre di carenza di sostanze nutritive, perde il suo colore verde. In proposito vale la regola: quanto più intensamente viene sollecitata un’area verde, tanto più frequentemente necessita di cure. Ciò è particolarmente evidente in condizioni di stress estremo, come ad esempio negli stadi di calcio. Per il normale utilizzo nel giardino di casa, è sufficiente concimare il prato circa quattro o cinque volte all’anno. La prima concimazione dovrebbe avvenire in marzo, non appena la neve si è sciolta. Successivamente, apportare nutrienti al terreno del giardino a intervalli da quattro a sei settimane circa. A fine settembre, poco prima dell’avvicinarsi dei mesi autunnali, è il momento per l’ultima concimazione dell’anno. Ma non sono determinanti solo la quantità e la tempistica, anche la composizione del fertilizzante è fondamentale: utilizzare un concime organico-minerale, in quanto promuove particolarmente la crescita. La miscela deve inoltre contenere potassio per rafforzare l’erba, evitare malattie e condurre il prato in modo sicuro attraverso la stagione fredda. L’altezza dell’erba alla concimazione deve solitamente essere di circa 5 centimetri.

Se si dispone di un tosaerba con la funzione di pacciamatura, è possibile ridurre la concimazione a solo due volte all’anno. In questo tipo di tosaerba, gli steli tagliati vengono triturati e poi sparsi sul terreno, dove imputridiscono. Lo sfalcio viene quindi restituito al prato come fonte naturale di nutrienti.

  • Senza acqua, addio prato verde: sapevate che i fili d’erba sono costituiti all’80% di acqua? Di conseguenza, le aree verdi soffrono in assenza di irrigazione sufficiente. Il fabbisogno di acqua del prato dipende fortemente dal luogo dove si trova il prato, dalle temperature e dalle condizioni del terreno. Come regola empirica: nei periodi caldi in assenza di precipitazioni irrigare due volte a settimana, preferibilmente di sera. Non risparmiare sulla quantità di acqua, perché è meglio irrigare il prato raramente ma abbondantemente piuttosto che con frequenza e in quantità scarsa. Consigliamo almeno 20 litri di acqua per un metro quadrato di prato, in modo che l’acqua possa infiltrarsi a profondità sufficiente. Ciò è importante per inumidire completamente anche la zona delle radici.

Piccolo suggerimento: se il terreno è argilloso e non riesce ad assorbire questa quantità di acqua in una sola volta, innaffiate il prato due volte in rapida successione. In alternativa, è anche possibile attivare gli irrigatori il giorno successivo, ma poi non innaffiare più per una settimana.

  • Sfalcio regolare per un tappeto erboso fitto: più frequente è la falciatura, più bello diventa il prato. Idealmente, uscire con il tosaerba due o tre volte alla settimana. Una falciatura regolare vi premia con un verde ricco e fitto. Le erbe formano nuovi germogli laterali e le erbacce vengono soppresse. L’altezza di taglio corretta varia da 3,5 a 5 centimetri. Per il resto: l’erba cresce in modo variabile a seconda della stagione, del clima e della semente. Regolate quindi di nuovo l’altezza di taglio prima di ogni falciatura. Se il prato non è stato falciato per un periodo prolungato, occorre sostenerlo con operazioni di falciatura ripetute. Idealmente, a ogni falciatura il prato deve perdere non più di 1/3 della lunghezza dello stelo.
  • Primo taglio: avviare la stagione di falciatura in primavera con un primo taglio del prato quando l’erba ha raggiunto un’altezza di circa sette o otto centimetri. Il prerequisito fondamentale per un taglio netto è disporre di lame affilate. Controllate quindi le lame dopo la pausa invernale ed eventualmente affilatele. Non dimenticate di controllare anche un eventuale squilibrio delle lame. Il prato ve ne sarà grato. Mai equilibrata una lama? Il rivenditore STIHL è a disposizione per assistervi.
  • Accettare le condizioni meteorologiche: umidità e calore eccessivi purtroppo non possono essere evitati. Adeguare la frequenza di falciatura in ogni caso alle condizioni meteorologiche in essere. Se fuori prevale l’umidità, consigliamo di non falciare il prato, se possibile. Gli steli d’erba si agglomerano tra loro quando sono bagnati ed è quindi difficile eseguire un taglio netto e pulito. Soprattutto con un tosaerba pesante a benzina, è opportuno stare alla larga dal prato bagnato: affonda facilmente nel terreno.
    Quando fa molto caldo, è consigliabile lasciare crescere l’erba un poco più alta, perché così può assorbire e immagazzinare più umidità.
  • Prima la superficie, poi i bordi: affrontare sempre prima la superficie più estesa del prato e, se il terreno lo permette, falciare con un tosaerba. I bordi del prato possono poi essere rifiniti in un secondo passaggio. A questo scopo, tenere un decespugliatore a portata di mano.

In generale: prima di utilizzare il tosaerba, leggere le istruzioni per l’uso e le note di sicurezza ivi riportate.

Perfetti per il giardino: attrezzi a batteria STIHL e VIKING

Tosare le siepi, falciare l’erba, rifilare i bordi del prato, togliere le foglie, pulire i sentieri o tagliare la legna da ardere: per ogni attività intorno alla casa e in giardino proponiamo il prodotto a batteria più adatto. Con le attrezzature da giardinaggio silenziose e prive di emissioni STIHL e VIKING, i lavori in giardino diventano più semplici e leggeri.
Curiosi di scoprire quale attrezzo a batteria STIHL sia il più adatto alle vostre esigenze?
È sufficiente farsi consigliare da uno dei nostri rivenditori: sono più di 40.000 in tutto il mondo.

POTENZA A BATTERIA. MADE BY STIHL

Scoprite la nuova serenità nel giardinaggio. Leggeri, silenziosi e potenti: ecco gli attrezzi da giardinaggio della gamma a batteria STIHL COMPACT.
Un grande vantaggio: la batteria può essere utilizzata in tutti gli attrezzi della gamma a batteria COMPACT. Per essere equipaggiati a perfezione per qualunque sfida intorno alla casa e in giardino.

Andreas STIHL S.p.A.

Dal 1926 STIHL fa dell’innovazione il motore della propria crescita. Da allora, infatti, sono state brevettate oltre 1.500 invenzioni. Oggi 500 persone lavorano, esclusivamente, a tempo pieno, nel centro ricerca e sviluppo del Gruppo che si trova in Germania, a Stoccarda. Nel corso degli anni la gamma dei prodotti è stata notevolmente ampliata arrivando ad […]

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati