coltivazione dell’orto Credits fotografia

Consigli per iniziare con il piede giusto la coltivazione dell’orto

Per intraprendere questa attività, non bisogna avere timori;
basta fare fin dall’inizio scelte oculate e tutto risulterà più semplice di quanto sembra.
Ecco le prime cose da fare

Per comodità l’orto va situato vicino all’abitazione e deve essere tenuto lontano da muri, alberi, costruzioni che possano in qualche modo ombreggiarlo.
Per scoraggiare i furti e per tenere lontani gli animali, è sempre utile recintarlo, anche con una siepe, purché non molto alta (1-1,2 metri), per non ombreggiare le aiole, e distante almeno 1 metro (5 nel caso di siepi che possono servire come frangivento). Piante adatte alla recinzione dell’orto sono quelle da frutto di limitato sviluppo come ribes, uva spina, lamponi, more.
All’interno dell’orto le aiole vengono di solito disposte in direzione nord-sud perché così le piante usufruiscono meglio della luce.
La larghezza delle aiole è di circa 1-1,2 metri, raramente di più, perché una persona di statura media possa eseguire i vari lavori  rimanendo ai bordi.
Tra i primi lavori da fare vi è la lavorazione del terreno, resa più facile se si usa una piccola «motozappa».

Leggi anche

Vita in Campagna

Da oltre 30 anni Vita in Campagna è l’amico “esperto” che ti offre, mese dopo mese, tutti i consigli e le indicazioni per la coltivazione e la cura del tuo spazio verde, piccolo o grande che sia. Orto, frutteto, vigneto, giardino, piccoli allevamenti, piccola meccanizzazione, tutela dell’ambiente, salute e alimentazione naturale, casa di campagna. Ecco […]

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati