Come seminare le carote

Come seminare le carote

|
Orto da Coltivare

La carota è uno degli ortaggi più coltivati, anche se è molto esigente in termini di terreno. Questa verdura infatti viene male nei terreni troppo pesanti e argillosi, che tendono a compattarsi e non sopporta quelli che formano ristagno idrico.

In un terreno sbagliato le carote crescono piccole o deformi.

Per un buon risultato è fondamentale la preparazione del suolo, che si effettua vangando in profondità e poi sminuzzando le zolle con la zappa. Se il terreno dell’orto è molto pesante meglio aggiungere qualche chilo di sabbia di fiume ogni metro quadro, in modo da renderlo più sciolto.

Come concimazione è utile usare sostanza organica matura, ad esempio il compost, cui si può aggiungere un po’ di cenere che apporta potassio.

Per coltivare carote è importante fare la semina diretta, meglio evitare di far nascere le piante in vasetti da trapiantare. Se la radice viene compressa nel vasetto infatti assume deformazioni che manterrà, condizionando il risultato finale.

Il periodo di semina

Le carote si seminano per gran parte dell’anno, da marzo ad agosto. Una semplice copertura in tessuto non tessuto o tunnel può permetterci di prolungare ulteriormente il periodo iniziando a febbraio e seminando fino a settembre.

Il lavoro di semina

La semina deve essere effettuata per file, possiamo aiutarci con un filo in modo da tracciare una linea dritta e avere un orto ordinato. Il solco in cui seminare deve essere poco profondo, basta una lieve pressione con la punta della zappa. Le file vanno messe a 25 cm circa l’una dall’altra.

Dopo aver fatto il solco arriviamo alla semina vera e propria: le carote devono stare a 8/10 cm di distanza, ma conviene mettere i semi più vicini, anche a 2-3 cm, andremo poi a diradarli scegliendo le piante migliori. La carota ha dei semini molto piccoli, non è semplice prenderli uno a uno. Per questo ci si può aiutare con un foglio di carta piegato a metà.

Una volta messi i semi chiudiamo il solco con delicatezza, coprendo il seme con un velo di terra molto fine. I semi devono trovarsi a poca profondità, ma completamente coperti dalla terra. Dopo aver coperto compattiamo leggermente per far aderire la terra ai semi.

Dopo la semina diamo una generosa irrigazione a doccia, sempre per far aderire la terra al seme. Da ora in poi si deve bagnare regolarmente il terreno, visto che l’umidità è importante per far germogliare le carote.

Le carote sono un ortaggio molto lento a spuntare, possono passare anche 3 o 4 settimane prima che si vedano nascere le piantine. Nel frattempo bisogna tenere pulita l’aiuola dalle erbe infestanti.

Quando nasceranno le piantine bisognerà diradarle, togliendo quelle in eccesso e lasciandone una ogni 6/10 cm.