Come proteggere dal freddo le piante più sensibili del tuo giardino

Come proteggere dal freddo le piante più sensibili del tuo giardino

|
Andreas STIHL S.p.A.

La sensibilità al freddo e alle gelate dipende naturalmente dalle specie che coltivi nel tuo giardino.

Assai resistenti al freddo sono i rododendri e le kalmie (che resistono sino a -20 °C); resistenza media la presentano le camelie, sia japonica che sasanqua, Azalea indica e Azalea mollis e le skimmie (che resistono sino ai -10 °C).

Sono invece particolarmente sensibili al gelo le gardenie e Azalea japonica (che resistono non oltre i -5 °C).

Per superare i mesi freddi, queste piante più sensibili vanno protette.

Piante coltivate in piena terra:
  • proteggi la piante coltivate in piena terra con uno strato di pacciamatura;
  • predisponi perciò alla loro base uno strato di 20-25 cm di foglie, oppure di paglia, corteccia di pino, lapillo vulcanico (reperibile in commercio in sacchi) o di qualsiasi altro materiale naturale.
Piante coltivate in vaso:
Materiale isolante Strato di pacciamatura Capanna per piante più sensibili

– proteggi le piante coltivate in vaso più sensibili al freddo avvolgendo i contenitori con materiale isolante naturale (tipo paglia) o sintetico (tipo fogli di plastica per imballaggi, come quelli provvisti di bollicine d’aria) (1);

  • predisponi alla base delle piante uno strato di pacciamatura dello spessore di circa 8-10 cm;
  • in alternativa, interra i vasi e predisponi ai piedi delle piante uno strato di pacciamatura dello spessore di 8-10 cm (2);
  • delle specie meno resistenti al freddo proteggi anche la chioma, realizzando una sorta di capanna ricoperta con una stuoia o con materiale simile (3).