Come nascondere l’area della raccolta differenziata

Come nascondere l’area della raccolta differenziata

|
Blossomzine

Consigli per un piccolo giardino o terrazzo da progettare: come nascondere l’area della raccolta differenziata.

Non è un segreto, ma al giorno d’oggi visti metodi per la gestione della raccolta differenziata si hanno almeno 3 o 4 contenitori tra grandi e piccoli per i diversi rifiuti e per non averli in bella mostra fronte casa bisogna ingegnarsi a trovare loro una sistemazione gradevole.
Sia che abbiate un giardino, un terrazzo o un ampio balcone la soluzione può essere la stessa, ovvero mimetizzarli con l’utilizzo di un bel treillage.

Cos’è un treillage e a cosa serve?

Il treillage o in italiano traliccio è una struttura architettonica in ferro, come nel caso di questo proposto nel mio post, o in legno ed è un elemento di decorazione dei giardini classici.
Costituito da una maglia forata e/o intersecata supporta e permettere alle piante rampicanti di aggrapparsi e di ricoprire la struttura stessa.

Quali piante si possono utilizzare?

Viti, rose rampicanti, clematis, edera, bignonia, passiflora e gelsomino.

Progettiamo insieme idee e consigli per mascherare una zona “brutta”

Graticci, tralicci e grigliati per rampicanti MA non solo.
Per mascherare una zona come può essere quella della raccolta differenziata o uno stendino per i panni potreste farvi aiutare da queste strutture a maglia … vedo non vedo.
Verdemax produce questa serie di tralicci, vi lascio il link al catalogo e cercateli nei garden center, alcuni sono in legno naturale, alcuni sono colorati in verde bottiglia e poi ci sono questi in metallo color nero con cornice molto cariniiii
Non scherzo, guardate QUI il mio post con consigli sulle essenze e sulla progettazione di una fioriera in metallo con traliccio.

Primo Consiglio: dove posizionare il treillage

Fuori dall’ingresso di casa mia ho scelto di posizionare il treillage al centro tra le due finestre

vi faccio vedere se lo avessi posizionato davanti alla prima finestra, non avrebbe avuto lo stesso impatto visivo in quanto avrebbe bloccato la vista della finestra e avrebbe creato una sorta di corridoio stretto e angusto per entrare in casa
quindi il mio consiglio è quello di scegliere un luogo dove viene valorizzata la struttura, è la struttura che aiuterà a mascherare l’area retrostante, quindi il treillage non è da nascondere ma da mettere in risalto.

Secondo Consiglio: Come abbellire il treillage

Il treillage con cornice in metallo nero è un sistema modulare, io ho preso questo ad angolo, ma si possono montare più pezzi e creare uno spazio anche molto ampio, dipenderà dal vostro terrazzo o giardino.

Il traliccio singolo è abbastanza leggero da trasportare e si monta velocemente con due viti e un cacciavite creando così l’angolo a L

Come dicevo prima si possono coltivare alla sua base, sia in vaso che in piena terra, dei rampicanti.

Se posizionerete il treillage della Verdemax in una zona soleggiata la lista è questa: viti, rose rampicanti, clematis, glicine, bignonia, passiflora, vite del Canada e gelsomino; se invece siete in una zona a mezzombra o ombra piena praticamente solo l’edera.

la mia scelta è ricaduta sulla passiflora, perché è veloce ad arrampicarsi, è quasi invadente produce dei fiori stupendi e magari l’anno prossimo mi farà anche i frutti arancioni che mi piacciono tanto.
Intorno alla base del treillage ho riempito lo spazio con molti vasi, creando movimento con le diverse texture delle piante, noterete delle felci, dei Sedum sempervivum, della Persicaria filiformis e dell’asparagina (Asparagus setaceus) e una Sarcococca humilis.

I vasi sono tutti diversi, alcuni sono dei vecchi catini in zinco, alcuni sono in terracotta, e addirittura una è una pentola in alluminio!

Questo per dirvi che bisogna osare e giocare ad allestire il vostro spazio verde, proprio come lo fareste in casa vostra, abbinando tende e tappeti e specchi ecc..
Nel mio spazio coltivo anche dei vasi grandi, sempre in zinco, con delle ortensie e una pianta di Aucuba japonica.