Coltivazione pomodori: dove e come seminarli

Coltivazione pomodori: dove e come seminarli

|
Giardinaggio.web

Dove è meglio coltivare i pomodori?

Il pomodoro può essere coltivato in tutta Italia, dalle zone costiere del Meridione fino ai 1.000 m d’altitudine sulle Alpi. La temperatura ideale per ottenere buoni frutti è compresa fra 18 e 24 °C, mentre oltre i 35 °C la produzione di fiori si interrompe. La pianta ha bisogno di un terreno ricco di sostanza organica e ben drenato, ma dà frutti anche se messa a dimora su terra sabbiosa o argillosa. Una raccomandazione fondamentale: non coltivate mai il pomodoro su parcelle dell’orto che hanno ospitato altre Solanacee (peperone, melanzana, patata) o Cucurbitacee (zucchino, cetriolo, cocomero ecc.). Nel primo caso la terra conserva parassiti e malattie; nel secondo, il suolo è troppo impoverito per una pianta esigente in fatto di nutrimento.

La semina

Le piantine si possono ottenere mediante la semina oppure acquistando i giovani esemplari. La semina si effettua in gennaio-febbraio in semenzaio al caldo, per trapiantare le piantine nell’orto in marzo-aprile (40-60 giorni dopo la semina); oppure direttamente a dimora nell’orto fra marzo e maggio, diradando poi le piantine in sovrannumero.

pomodori2