Coltivazione carciofi, carote e asparagi: star di primavera!

Si tratta in realtà di piante assai diverse fra loro: mentre le carotine possono crescere nell’orto con ciclo annuale, per far posto ad altri ortaggi quando a fine primavera vengono raccolte, asparago e carciofo richiedono una zona specifica a essi dedicata per un certo numero di anni, e che può essere preparata adesso se ancora non avete in produzione questi ortaggi generosi.

Carciofo, una tradizione italica

Del carciofo si consuma il bocciolo del fiore, ricchissimo di fibre e quindi con un grande valore nutrizionale. I carciofi cotti sono ancor più ricchi di fibra rispetto ai crudi. Le foglie inoltre contengono cinarina e acido caffeico, che hanno azione positiva sulla funzionalità del fegato. Ogni regione italiana può vantare una propria varietà. Se potete, preferite nell’orto di casa una varietà tradizionale tipica, oppure sperimentate una novità 2011, il carciofo ‘Loma’, nuovo ibrido che produce capolini di colore verde con accenni di viola. Ha una eccezionale resistenza al freddo che lo rende adatto anche alla coltivazione nel Nord Italia con copertura alle prime gelate con tessuto non tessuto. La raccolta avviene da fine marzo a metà maggio e continua sino ai primi giorni di grande caldo.

Asparago, i sapori della nostra terra

Fu, si dice, una grandinata che si abbattè nella zona di Bassano, in Veneto, intorno al ‘500 a costringere i contadini a cogliere la parte dell’asparago che stava sotto terra, cioè la parte bianca, scoprendone le eccezionali virtù. Ma anche quello verde è un prodotto di altissima qualità. Nell’orto di casa l’impianto delle zampe di asparago si fa anche adesso, e da marzo in poi si raccolgono gli asparagi piantati negli anni precedenti; tra le varietà interessanti si possono anche sperimentare novità adatte alla coltivazione domestica, come il Primaverde ottenuto da ibridatori neozelandesi, e la novità 2011, l’asparago semiselvatico Saent F1, un ibrido molto precoce che produce turioni di medie dimensioni tendenti al violaceo già a metà marzo nei terreni soleggiati.

Carota novella, gioiello di primavera

Che la carota novella sia particolarmente interessante come prodotto orticolo di qualità lo testimonia il successo di una produzione di nicchia, quella siciliana di Ispica, divenuta IGP; si contraddistingue per la precocità di maturazione, la colorazione molto intensa, per il profumo particolare e intenso. Nell’orto di casa la scelta di sementi o piantine di carote adatte alla produzione domestica è molto ampia e comprende anche le sementi a nastro, suggerite per chi ama l’ordine perfetto. Se non avete seminato in autunno sotto tunnel potete farlo anche adesso: le carotine crescono bene in terra sciolta, al pieno sole, e a maggio potrete già raccoglierle e cucinarle con tutto il loro sapore.

Giardinaggio

Dalla carta al web Giardinaggio è la prima piattaforma multimediale dedicata al mondo del giardinaggio e dell’orto in Italia; indispensabile per chi ama il verde fai-da-te, con approfondimenti, itinerari tematici, progettazioni di giardini e sopratutto tanti consigli pratici dai più grandi protagonisti del settore.

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati