spinaci Credits fotografia

Coltivare gli spinaci

Gli spinaci sono un ortaggio da foglia davvero importante per l’orto, sia per le straordinarie proprietà nutritive di questa verdura che per l’ottima resistenza della pianta, che può popolare il campo anche nei mesi freddi.

La coltivazione degli spinaci è abbastanza semplice, si tratta di una pianta poco soggetta alle malattie e agli attacchi di parassiti quindi ideale per un orto biologico.

Il bello dello spinacio è che si tratta di una pianta che sopporta molto bene il freddo. Con qualche semplice accortezza, come l’uso di coperture in tessuto non tessuto durante l’inverno e di reti ombreggianti nell’estate, si possono avere a disposizione per gran parte dell’anno.

Seminare gli spinaci

La semina degli spinaci si può effettuare in primavera o autunno, da evitare solo i mesi troppo freddi invernali e l’estate, quando il caldo metterebbe in difficoltà le giovani piantine. La semina si può fare sia in semenzaio che direttamente sul terreno dell’orto, il seme deve esser messo a mezzo centimetro di profondità. Le piantine vanno messe per fila a distanza di 15 cm l’una dall’altra, tra le file meglio tenere mezzo metro, in modo da poter lavorare il terreno.

Accorgimenti ed esigenze

Come esigenze in termini di suolo il terreno deve essere drenante e preferibilmente tendente a un ph basico. Si effettua una concimazione organica moderata, benissimo usare il letame ben maturo. L’accortezza più importante è non esagerare con l’azoto, visto che gli spinaci tendono ad accumularlo nelle foglie in forma di nitriti e questo rende l’ortaggio tossico.

Per favorire la pianta bisogna che il suolo non secchi mai continuamente, questo si ottiene intervenendo con irrigazioni al bisogno. La pacciamatura può aiutare, inoltre contribuisce a tener sotto controllo le erbe infestanti, togliendo molto lavoro all’orticoltore.
Quando si bagna bisogna evitare le irrigazioni sulle foglie, meglio colpire il terreno direttamente, e irrigare la sera piuttosto che quando batte forte il sole.

Raccogliere gli spinaci

Il raccolto avviene appena la piantina è formata e sviluppata, si può scegliere di prendere solo le foglie esterne per avere un più veloce ricaccio, oppure tagliare tutto il cespo. Le foglie piccole sono ottime consumate crude in insalata, mentre quelle più adulte meglio consumarle come verdura cotta.

Leggi anche

Orto da Coltivare

Orto da Coltivare è il blog di Matteo Cereda dedicato alla coltivazione biologica. Sul sito potete trovare le schede di coltivazione dei principali ortaggi, il calendario delle semine e tanti consigli sull’orticoltura naturale. Lo scopo è quello di dare a chiunque gli elementi base per potersi auto produrre verdure sane, sostituendo pesticidi ed erbicidi con […]

Vedi tutti gli articoli di questo autore

Correlati